WSBK Phillip Island: Bautista come Kocinski, al suo debutto piglia TUTTO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Finito il primo weekend WSBK a Phillip Island dove Ducati con il debuttante della categoria, Alvaro Bautista ha fatto la tripletta davanti alle Kawasaki rimaste incredule.

di: Gaetano Menna

24 Febbraio 2019 – Concluso oggi in Australia il primo GP della stagione WSBK che si è svolto in condizioni climatiche ottimali. Da quest’anno è stata introdotta la Superpole Race, cioè una gara sprint di soli 10 giri che detta la griglia di partenza per Gara2 ma fa guadagnare anche punti. Ecco come è andata:

SUPERPOLE RACE – Alvaro Bautista dopo dieci giri fenomenali vince anche la Superpole Race cioè la gara sprint. Lo spagnolo partiva dalla terza posizione e dopo poche curve era già primo, ha duellato con Rea per la vittoria ma negli ultimi giri ha allungato concludendo la gara con un secondo di vantaggio sul campione in carica. Terzo un ottimo Leon Haslam con l’altra Kawasaki ufficiale, quarta Alex Lowes con Yamaha ufficiale seguito dal suo compagno di squadra Van der Mark, sesto Marco Melandri con Yamaha Grt team indipendente, 7° Sandro Cortese con Yamaha privata, 8° Michael Ruben Rinaldi, 9° Eugene Laverty con Ducati privata del team go Eleven e chiude la top ten Chaz Davies con Ducati ufficiale in crisi nera. Ricordiamo che nella gara sprint solo i primi nove piloti prendono punti con il primo che conquista 12 punti.

Classifica mondiale piloti
1 Bautista = 37 punti
2 Rea= 29 punti
3 Melandri = 20 punti
4 Lowes= 18 punti
5 Van der Mark = 16 punti

classifica Superpole Race QUI

GARA 2 – Alvaro Bautista con una gara magistrale vince anche Gara2, dopo aver vinto Gara1 e la Superpole Race e fa la tripletta. Bautista all’esordio WSBK eguaglia il record di John Kocinsky, un debuttante non vinceva entrambe le gare del 1996. Alvaro vola con una Panigale V4 veramente spaziale, dopo 22 giri ha demolito la concorrenza delle due Kawasaki di Rea e Haslam staccatissime. Seguono le Yamaha ufficiali di Van der Mark  e Alex Lowes  dopo una brutta partenza autore di una buona gara e sesta posizione con Marco Melandri che poteva giocarsi la seconda posizione ma cede nel finale.

Settima posizione per l’ altra Ducati ufficiale di Chaz Davies in crisi nera con l’assetto, 8° il debuttante Sandro Cortese, 9° Eugene Laverty con Ducati privata del team go Eleven e chiude la top ten la Honda di Leon Camier, male le due Bmw di Reiterberger e Sykes solo 12° e 13°. Alvaro Bautista domina la classifica mondiale piloti con punteggio pieno e la Ducati la classifica costruttori.

Classifica mondiale piloti
1 Bautista = 62 punti
2 Rea = 49 punti
3 Melandri = 30 punti

classifica Gara2 QUI

La WSBK riprende tra tre settimane per il round 2 in Thailand a Buriram dove li la Kawasaki di Rea dovrebbe essere più competitiva ma chi sa se Bautista glie lo permetterà…

foto: Ducati Media

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sanda

Amo raccontare quello che per me è lo sport più bello al mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *