MotoGP Jerez, vicini vicini ma Petrucci erompe nelle prove libere

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

In MotoGP a Jerez i favoriti sono i spagnoli ma i record nelle prove libere gli ha distrutti un italiano, Lorenzo c’è mentre Rossi e Vinales devono risalire…

di: Sanda

4 Maggio 2019 – La MotoGP è arrivata in Europa sul tracciato di Jerez della Frontera, Spagna per correre la quarta tappa in campionato.

Dopo una prima giornata calda che ha dissolto il grip del nuovo asfalto sul tracciato andaluso e durante la quale c’è stato un botta e risposta tra Ducati e Honda mentre Yamaha e Suzuki fungevano da testimoni, oggi, giornata di qualifiche, il cielo coperto ha mantenuto le condizioni ottimali per stampare dei record vertiginosi.

Infatti durante la terza sessione di prove libere tutti i piloti hanno deciso di fare due time attack con gomme morbide per assicurarsi il passaggio direttamente alla Q2 negli ultimi 15 minuti della sessione. Il più forte è risultato Petrucci che ha volato con la sua DesmosediciGP19 ufficiale polverizzando il record sul giro con il 1’36.957, Marquez ha datto il massimo ma è rimasto secondo con soli 61 millesimi di ritardo mentre terzo il rookie  Quartararò a due decimi abbondanti ma molto efficace in sella della M1 Petronas. Anche il compagno del giovane italo francese, Morbidelli è riuscito a stare nei primi dieci a differenza degli ufficiali entrambi fuori alle prese con la frenata.

Dovizioso quarto a tre decimi dal Petrux e precede le due Suzuki con Mir davanti a Rins. Gli altri occupanti della top ten hanno tutti una HRC, Nakagami settimo seguito dal team mate Crutchlow che era scivolato nella prima parte di sessione causando lo sgonfiamento di un airfance. Lorenzo che oggi compie 32 anni è rimasto dentro con quattro decimi di gap in decima posizione. Qui Jorge riunisce una serie di fattori che nonostante la mancanza di esperienza con la sua RC213V lo portano a essere molto veloce sopratutto con base temperature.

classifica combinata QUI

La MotoGP torna sulla pista andalusa dalle 13:30 con la FP4 per poi dar via alle qualifiche che sicuramente con pista fresca saranno da record.

<3

foto: motogp.com

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sanda

Amo raccontare quello che per me è lo sport più bello al mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *